Noi ci siamo

Un video per raccontare le imprese di spedizioni internazionali nell’emergenza Covid-19

Di Silvia Moretto, Presidente di Fedespedi

 

Oggi, 18 maggio, è la data ufficiale della ripresa, l’inizio di un graduale percorso di ritorno alla normalità. Alle spalle quasi 3 mesi di emergenza, davanti a noi una nuova fase di ricostruzione del tessuto economico e sociale del nostro Paese.

Un video, quindi, che rappresenti il lavoro e il servizio svolto dalle imprese di spedizioni internazionali, la filiera che muove quotidianamente l’import e l’export del Paese, seppur da ‘dietro le quinte’.

La supply chain ha sempre avuto un ruolo strategico per la nostra economia e per la vita quotidiana di imprese e consumatori. La crisi inaspettata e senza precedenti legata all’emergenza Covid-19 lo ha reso solo più evidente. Le imprese di spedizioni, infatti, sono il nastro trasportatore di tutta la merce: DPI, farmaci, alimentari, ma anche materie prime, prodotti manifatturieri e semilavorati sono disponibili grazie all’attività delle oltre 2 mila imprese di spedizioni internazionali del nostro Paese. Per questo, in tutte le fasi dell’emergenza l’attività delle nostre imprese è sempre andata avanti, riconosciuta tra le filiere essenziali.

Un ringraziamento va al lavoro dei nostri operatori che mai come in questa occasione hanno mostrato le loro caratteristiche di coraggio e resilienza adattandosi ogni giorno ad un contesto mutato e regolato da disposizioni in continuo aggiornamento.

Un grande senso di responsabilità ci ha guidato in questi mesi. Abbiamo sempre contrastato e denunciato le situazioni di criticità per la nostra attività: il blocco delle frontiere, il congestionamento dei nodi logistici, i rischi per l’occupazione dei lavoratori e per la liquidità delle nostre imprese. Abbiamo dialogato con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, con l’Unione Europea e le istituzioni competenti per esprimere le esigenze del settore e trovare misure che assicurassero la fluidità del trasporto merci nell’interesse di tutti gli operatori economici.

A muoverci è come sempre la passione per quello che facciamo, il desiderio di garantire l’efficienza e la qualità dei nostri servizi nella tutela della salute e dell’occupazione dei nostri operatori. È la nostra passione che ci spinge a fare di più e a guardare sempre al futuro con spirito propositivo. E in questo momento guardare al futuro è fondamentale.

L’emergenza Covid ha mostrato quello che le associazioni della logistica denunciano da anni: il gap dell’Italia in termini di digitalizzazione e connessioni immateriali rispetto agli altri Paesi Europei. Occorre investire subito nello sviluppo tecnologico per avere un sistema più efficiente che garantisca costi minori e standard qualitativi maggiori per tutti.

Per questo è indispensabile avere una visione comune: solo se ci muoveremo in modo coordinato livello nazionale, l’Italia potrà fare un passo avanti come sistema-paese e accrescere la propria competitività.

Coordinamento e collaborazione i valori guida di questa fase di graduale ripresa.

Noi ci siamo: non ci siamo mai fermati e siamo al fianco delle imprese, pronti a sostenere la voglia di ripartenza del tessuto economico del nostro Paese.

Gli spedizionieri sono pronti ad affrontare questo nuovo step come hanno sempre fatto, tenendo vivo il commercio internazionale con impegno e dedizione.

Per guardare il video Noi ci siamo – Le imprese di spedizioni nell’emergenza Covid-19 clicca al link e vai sulla nostra Video Gallery