Il cambiamento è una questione di scelte”: il Presidente Moretto a #SMI2022 per presentare il ruolo dei freight forwarders nella transizione green

“Efficientamento dei processi grazie all’innovazione digitale e monitoraggio delle emissioni inquinanti sono i driver tramite cui guidare il cambiamento”

 

Oggi, 11 marzo, il Presidente di Fedespedi Silvia Moretto, è intervenuta tra i relatori nel panel dedicato alla sfida della decarbonizzazione del settore dei trasporti e della logistica nella giornata conclusiva dei lavori di Shipping, Forwarding & Logistics Meet Industry 2022: “Il quadro economico e geopolitico che abbiamo davanti ci impone in modo ancora più deciso di avviare riflessioni e politiche – come imprese e come associazioni di categoria – su quello che concretamente possiamo fare per ridurre l’impatto ambientale delle filiere logistiche avendo ben chiaro qual è lo scenario in cui ci muoviamo: l’ultimo report dell’International Transport Forum (2021) ci dice che entro il 2050 l’attività di trasporto sarà raddoppiata e le emissioni inquinanti cresceranno del 16%, l’Unione Europea ha posto target ambiziosi per fare dell’Europa il primo continente a zero emissioni tramite il Fit for 55 Package. Ma a questo si contrappone la fase di crisi in atto: disrpution e congestionamenti sulle filiere di approvigionamento e prezzi di materie prime e beni energetici a livelli esplosivi, il tutto acuito oggi dagli effetti della guerra Russia-Ucraina. Solo per fare un esempio: nell’ultimo anno (marzo 2021-marzo 2022) il prezzo del gas naturale è cresciuto di oltre il 75%.

“Cosa fare dunque? Rendere la supply chain sempre più resiliente puntando sul ruolo che noi freightforwarders abbiamo nelle catene di fornitura quali consulenti delle strategie di internazionalizzazione delle imprese esportatrici. Come Federazione stiamo lavorando, dunque, per accelerare processi di innovazione digitale che contribuiscano direttamente a ottimizzazione del lavoro, riduzione degli sprechi, efficientamento energetico delle strutture e misurazione e monitoraggio delle emissioni inquinanti. Su queste attività è centrale il lavoro che Fedespedi Giovani sta portando avanti di raccolta di best practices, input e necessità delle imprese associate in modo da declinare soluzioni che si adattino al meglio al tessuto imprenditoriale delle nostre aziende”.

Le slide sono disponibili in Area Riservata.