Fedespedi ha firmato la Carta di Padova: insieme per una logistica sostenibile

 

Armando Borriello, Presidente di Fedespedi Giovani, ha partecipato alla Tavola Rotonda di presentazione dell’iniziativa

 

Ieri, 12 novembre, nella cornice del Green Logistics Expo, è stata presentata e firmata la “Carta di Padova”: 13 associazioni della logistica, tra cui Fedespedi, e non solo hanno sottoscritto un documento di valori condivisi sul tema della sostenibilità.

La firma della Carta, un progetto di SOS-LOGistica, rappresenta il primo importante step verso la transizione green dell’industria logistica. Con questo passo, infatti, Fedespedi e le altre associazioni firmatarie, si impegnano concretamente nella pianificazione di attività orientate all’obiettivo di rendere la logistica più sostenibile, più efficiente e, quindi, più attrattiva. Il principio guida è, dunque, la sostenibilità a tutto tondo: ambientale, sociale ed economica.

A introdurre la Carta di Padova, Daniele Testi, Presidente SOS-LOGistica: “La Carta di Padova è una presa di posizione del settore che intende impegnarsi definendo una strategia di medio periodo che poggia su quattro pilastri: formazione e informazione, sviluppo e sostegno all’innovazione e all’ICT, definizione di elementi e modalità di valutazione comuni e condivisi, ricerca di nuove risorse e nuove governance. Questo documento è un punto di partenza attraverso il quale chi si riconosce in questi obiettivi può condividere, mettendole a disposizione delle istituzioni e della pubblica opinione idee innovative sul tema della logistica sostenibile anche con l’obiettivo di sfruttare al meglio le opportunità messe a disposizione dalla Commissione europea”.

È intervenuto, inoltre, Ivano Russo, direttore di Confetra con una relazione dedicata ai programmi europei Green New Deal e Next Generation, in cui il green e il digital sono protagonisti, e che sono, dunque, gli strumenti principali per la realizzazione dei progetti di innovazione della logistica.

Alla Tavola Rotonda di presentazione del documento, Armando Borriello, Presidente di Fedespedi Giovani, in rappresentanza della Federazione: “Fedespedi Giovani è il gruppo di lavoro a cui è stato affidato questo prezioso dossier. Impegnarsi concretamente in questo progetto significa per noi essere consapevoli delle criticità esistenti – a partire dall’analisi dei dati sull’impatto ambientale delle attività – e lavorare per consegnare alla società e ai giovani di domani, una filiera logistica che sia valore e non costo”.

La presentazione della Carta si è conclusa con un atto simbolico di impegno per il futuro.: la consegna del documento a un bambino di scuola elementare.

Hanno sottoscritto la Carta di Padova, Thomas Baumgartner – Presidente Anita, Umberto Ruggerone – Vicepresidente di Assologistica, Alessandro Ferrari – Segretario Generale di Assiterminal,  Guido Nicolini – Presidente di Confetra, Armando Borriello – Presidente di Fedespedi Giovani, Francesca Bellinghieri – Federchimica, Emilio Viafora – Presidente Federconsumatori, Giuseppe Rizzi – Segretario Generale Fercargo, Massimo Marciani – Presidente Freight Leaders Council, Rossana Ravello, Daniele Testi – SOS-LOGistica, Fulvio Ananasso – Presidente Stati Generali dell’Innovazione, Paolo Pandolfo – Green Logistics Intermodal Forum, Paolo Starace – Presidente della Sezione Veicoli Industriali di UNRAE. 

A questo link il documento ufficiale “La Carta di Padova”.