Consultazioni pubbliche per promuovere combustibili alternativi e sostenibili nei settori marittimo e aereo

 

Due iniziative della Commissione Europea con scadenza 10 settembre e 28 ottobre

 

Nel corso dell’estate la Commissione Europea ha aperto le consultazioni pubbliche volte a raccogliere contributi e soluzioni che abbiano ad oggetto lo shift verso combustibili meno inquinanti nel settore dei trasporti. Il fine è coinvolgere il mondo industriale europeo nel raggiungimento dell’obiettivo posto dal Green Deal, che prevede per i trasporti un taglio del 90% delle emissioni di gas a effetto serra entro il 2050.

Le iniziative, contenute nel 2020 Commission Work Programme, sono due:

FuelUE Maritime – Green Maritime Space” riguarda il settore dello shipping. La consultazione è stata aperta il 2 luglio e verrà chiusa il 10 settembre 2020. L’obiettivo è ottenere spunti per una direttiva che disciplini l’utilizzo di carburanti e le emissioni per le imbarcazioni europee, i cui lavori si apriranno già in autunno.

“RefuelUE Aviation”  dedicata, invece, al settore del trasporto aereo, è stata avviata il 5 agosto e sarà aperta fino al 28 ottobre 2020. L’atto giuridico a cui l’Unione Europea lavorerà, a consultazione conclusa, sarà in questo caso un regolamento avente ad oggetto combustibili alternativi. A riguardo del settore aereo, il Commissario ai Trasporti Vălean ha sottolineato l’importanza che gli investimenti nella sostenibilità del cargo aereo possono avere nel rilancio della competitività di questa modalità di trasporto così penalizzata dalla pandemia: “To achieve the targets of the European Green Deal, the transport sector will need to reduce its emissions by 90%. All transport modes are expected to contribute, including aviation. In the past months, the aviation sector has been heavily hit by the coronavirus pandemic. The objective of our ReFuelEU Aviation initiative is to use the recovery as an opportunity for aviation to become greener and help to reach the EU’s climate targets by boosting the largely untapped potential of sustainable aviation fuels”

La nostra associazione europea, Clecat, sta lavorando con i propri team competenti in cui è presente anche Fedespedi – sostenibilità, shipping e cargo aereo – alle proposte da presentare in rappresentanza della filiera degli spedizionieri e della logistica.