Allegato infrastrutture al DEF: 300 mld di investimenti in infrastrutture nei prossimi 10 anni

 

 

Il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile ha presentato  l’Allegato Infrastrutture al Documento di Economia e Finanza (DEF) 2022. L’Allegato prevede quasi 300 miliardi di euro di investimenti nei prossimi 10 anni per lo sviluppo delle infrastrutture ferroviarie, stradali, logistiche, portuali, aeroportuali e idriche. Il documento descrive le scelte del Governo in materia di infrastrutture, mobilità e logistica anche alla luce del PNRR, del PNC (Piano Nazionale Complementare) e degli obiettivi posti dal MIMS; definisce poi la selezione delle opere prioritarie per lo sviluppo del Paese e illustra la nuova strategia economica del Governo basata su riforme, investimenti e pianificazioni infrastrutturali finalizzata ad aumentare la competitività delle imprese, velocizzare la transizione ecologica e digitale e ridurre le disuguaglianze tra Nord e Sud. Ingenti investimenti sono finalizzati al potenziamento delle infrastrutture portuali e retroportuali, alla loro trasformazione in senso ecologico, allo sviluppo del traffico merci nel settore ferroviario aumentando l’interconnessione con i porti, gli aeroporti e gli interporti, nonché alla messa in sicurezza e alla valorizzazione della rete stradale e autostradale. Tra le opere prioritarie, particolare importanza hanno quelle destinate al Mezzogiorno come la tratta ferroviaria ad Alta Velocità Salerno-Reggio Calabria, il miglioramento e il potenziamento della Statale 106 Jonica, da Reggio Calabria a Taranto nonché, gli interventi stradali e ferroviari nelle aree del Centro Italia colpite dai terremoti del 2009 e del 2016. 

Di seguito i link dell’allegato infrastrutture al Def2022 e le relative slide di presentazione elaborate dal MIMS:

Presentazione – Allegato Infrastrutture al Def 2022.pdf

Allegato Infrastrutture Def 2022.pdf