FEDESPEDI A GENOVA PER PARLARE DI INFRASTRUTTURE, SERVIZI ALLA MERCE E SPEDIZIONIERI 4.0  Stampa   Invia  01/07/2019 15:36

 

Una settimana ricca di eventi e opportunità di incontro e di riflessione sui temi della blue economy, che ha visto Fedespedi protagonista: si è conclusa venerdì scorso, 28 giugno, la Genoa Shipping Week 2019, in un giorno speciale per la città della Lanterna, che con la demolizione del Ponte Morandi ha finalmente chiuso una pagina tragica della sua storia e che può ora ripartire per dare nuovo slancio alla sua immagine e alla sua economia, fatta di mare, di porto e di collegamenti con il continente.


Proprio sul tema dei collegamenti transeuropei (TEN-T) si è concentrato l’intervento del Presidente di Fedespedi, Silvia Moretto, intervenuta venerdì durante la sessione conclusiva della Port&ShippingTech Main Conference. Il Presidente ha sottolineato l’urgenza per l’Italia di realizzare quelle opere infrastrutturali grandi e piccole, necessarie per connettere il nostro Paese con il resto dell'Europa (nostro principale mercato di riferimento, assorbendo il 70% dell'import/export italiano) e trasformarlo in injection point dei trade overseas. Prime fra tutte: le infrastrutture che garantiscono un riequilibrio tra ferro e gomma e, dunque, una maggiore sostenibilità del trasporto merci nel medio e lungo periodo, come il Terzo Valico, il tunnel del Brennero, le linee di adduzione ai valichi alpini e la TAV Torino-Lione.


Il Presidente Moretto ha poi evidenziato come le infrastrutture da sole non possano portare ad una crescita significativa dei traffici merci, se non sono accompagnate dalla logistica, ossia un sistema pubblico-privato di servizi alla merce 4.0, che garantisca velocità, qualità, affidabilità e costi competitivi rispetto al resto d’Europa. Questo richiede alla pubblica amministrazione di essere “on the same page” rispetto alle esigenze degli operatori economici privati.
Tuttavia, anche questi ultimi sono chiamati a innovarsi a far evolvere la propria funzione all’interno della supply chain globale. Gli stessi spedizionieri internazionali, che da sempre fanno del cambiamento e dell’innovazione una vocazione naturale delle proprie imprese, devono trasformarsi da problem solver, a solution provider, a facilitatori del commercio globale, attraverso la personalizzazione di servizi ad alto valore aggiunto, sviluppati a partire dalla data analysis e dalle nuove “infrastrutture digitali” (AI, blockchain, etc.).

 

Di tecnologia digitale e delle principali innovazioni che questa ha portato nella supply chain globale ha parlato anche Giampaolo Botta, componente dell’Advisory Body IT & Digital Innovation di Fedespedi e General Manager di Spediporto (il quale ha sostituito il Vice Presidente con delega a IT & Digital Innovation, Alessandro Pitto, trattenuto da un imprevisto dell’ultimo minuto) nel suo intervento di giovedì scorso, durante il panel dedicato al “Technology Trend del settore marittimo–portuale”.

 


Ai link di seguito è possibile scaricare le presentazioni del Presidente Moretto e di Giampaolo Botta e vedere le due video interviste realizzate a Genova dal Presidente:

 

Presentazione Silvia Moretto
- Presentazione Giampaolo Botta
- Intervista per il canale ufficiale della Port&ShippingTech part of Genoa Shipping Week (ClickUtility) www.youtube.com/watch?v=FhkUIjUucIg
- Intervista per Telenord (TGN Transport) telenord.it/tgn-transport-speciale-quinto-giorno-genoa-shipping-week/
 



FEDESPEDI aderisce a:

Sistema associativo







FEDESPEDI - Via E. Cornalia 19 - 20124 Milano - C.F. 80042890154 - Tel. +39 02 671541 - fedespedi@fedespedi.it - Informativa privacy - Cookie policy - Social policy